25 aprile 2016 al Poligono di Mompiano, il mio discorso a nome dell'Amministrazione

DISCORSO DI GIANLUIGI FONDRA
25 aprile 2016 - Poligono di Mompiano

A nome del Sindaco e della Giunta e dei Presidenti dei Consigli di Quartiere della zona nord desidero rivolgere un doveroso omaggio ai caduti ai quali, più che tante parole, va anzitutto la nostra riconoscenza.
In questo luogo di memoria penso ad Astolfo Lunardi ed Ermanno Margheriti. Penso a Giuseppe Boccacci con la moglie Emilia Ceretti e la figlia appena diciassettenne Lidia Boccacci. Penso alla loro zia, Teresa Gnutti, e ai giovanissimi Gianfranco Omassi, Leonardo Pini e Ugo Zagato.
È bene non dimenticare, come facciamo ogni anno in questo Poligono, che il 25 aprile del 1945 rinacque la democrazia parlamentare in Italia.
Rinacque la partecipazione della gente, del popolo vero.
Rinacque la Libertà contro la schiavitù.
La Resistenza iniziò l’8 settembre 1943 e fu preceduta da una lunga stagione di opposizione al fascismo che ha avuto le sue vittime, i suoi martiri.
L’8 settembre fu uno spartiacque perché da quel momento si rinnovò la vita civile italiana.
In questa parte d’Italia, occupata dai tedeschi, per le persone che si facevano sempre più consapevoli la priorità fu chiara a tutti:
Fuori i nazifascisti dall’Italia!

Leggi tutto: 25 aprile 2016 al Poligono di Mompiano, il mio discorso a nome dell'Amministrazione

Informazioni aggiuntive