Nonostante le sue gravi criticità ambientali Brescia non è la terra dei fuochi

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Domenica 8 Marzo, 2015 Massimo Tedeschi ha scritto un fondo sulle criticità ambientali di Brescia e provincia con argometazioni più che condivisibili. Lo pubblico sul mio blog per gentile autorizzazione del Corriere della Sera.

Ma Brescia non è la terra dei fuochi

Sarà il gusto delle frasi a effetto, il piacere delle sentenze spicce, la propensione verso una certa rivalsa sudista: fatto sta che su media rispettabili e nei giudizi di autorevolissimi osservatori comincia a ricorrere sempre più spesso la definizione di Brescia come «terra dei fuochi del nord».
Vivremmo dunque, noi bresciani, in un concentrato di inquinamento, illegalità ambientale e disastri ecologici tale da far concorrenza alla culla di «Gomorra».
Ora, senza cadere in un semplice spirito campanilistico, va detto che un simile accostamento ha in sé qualcosa di lunare, o meglio ancora di surreale.

Leggi tutto: Nonostante le sue gravi criticità ambientali Brescia non è la terra dei fuochi

L’ambiente chiede una responsabilità che impegna tutti

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

di Carmine Trecroci Legambiente Brescia

Pochi giorni fa, in un incontro pubblico a Vobarno sul sistema di raccolta dei rifiuti. L’intervento principale della serata, molto partecipata, è quello di Ezio Orzes, assessore del Comune di Ponte nelle Alpi (Bl), esperienza luminosa di «Comune riciclone». Per tutta la serata in sala risuona una parola a mio avviso preziosa e sempre più moderna nel rapporto tra cittadini e istituzioni, non solo sui temi ambientali: responsabilità. Basta riflettere un poco e ci si rende conto che c’è

Leggi tutto: L’ambiente chiede una responsabilità che impegna tutti

Perchè dedicare questo parco proprio a Gabriele Moreno Locatelli

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Proverò a rispondere con dieci piccole spiegazioni.
1) Perché Gabriele Moreno era uno di noi, e chi lo ha conosciuto non lo dimenticherà tanto facilmente. Non lo dimenticheranno i suoi amici di Casaperta, del MIR, dei Beati Costruttori di Pace, coloro che parteciparono alla Marcia dei 500 nella Sarajevo assediata, quelli che anche da Brescia si unirono ai duemila di Mir Sada provando a dire basta guerra in Bosnia... ma anche per chi non l’ha conosciuto. Passare di qua sarà motivo di curiosità

Leggi tutto: Perchè dedicare questo parco proprio a Gabriele Moreno Locatelli

Fra allarmismo e minimizzazioni confrontiamoci su come fare informazione sulle criticità ambientali

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Mi capita di postare alcune riflessioni che faccio durante la lettura quotidiana della stampa. Ovviamente la parole di ricerca sono di volta in volta PCB, Cromo, PM10, ecc. Capita così di costruire un campionario di titoli che, visto complessivamente, mi ha indotto a postare il Primo Maggio il testo che riporto sotto.
Lo spunto me lo ha dato il decalogo di Peter Kann, premio pulizer 1972, capace di sintesi, semplicità e profondità di concetti straordinaria.

Ne è nato un interessante scambio di opinioni con alcuni giornalisti che si sono sentiti chiamati in causa e che alla

Leggi tutto: Fra allarmismo e minimizzazioni confrontiamoci su come fare informazione sulle criticità ambientali

Acqua, metodo che ridà fiducia

Condividi questo articolo
FaceBook  Twitter  

Il direttore del dorso bresciano del Corriere della Sera mi ha autorizzato a pubblicare un suo articolo di fondo del 23 marzo scorso. Fa piacere che si riconosca che l'istituzione dell'Osservatorio Acqua Bene Comune rappresenti indice i sensibilità politica. Fra una settimana ci si riunirà di nuovo e sul tavolo vi saranno importanti novità in vista di ulteriori passi avanti.

 

LA LEZIONE DEL CASO-CROMO
di Massimo Tedeschi

A giudicare dall’andamento sussultorio del termometro Sentimeter, ieri Brescia ha avuto un soprassalto di buonumore. Il sistema elaborato dall’Università di Milano che misura la felicità degli abitanti di una provincia sulla base dei contenuti dei tweet scambiati ha fatto registrare un’impennata che ha proiettato la Leonessa dalle sconfortanti posizioni di fondo classifica in cui galleggia da qualche tempo ad una fascia d’alta quota.

Si sa che i 140 caratteri affidati ad un tweet raramente affrontano i massimi sistemi, e dunque è possibile che il primaverile sobbalzo bresciano di felicità sia dovuto a privatissime vicende: amori che sbocciano, lavori che si schiudono, feste da condividere.

Leggi tutto: Acqua, metodo che ridà fiducia

Informazioni aggiuntive